Con l’arrivo dei primi caldi, possono aumentare i problemi di circolazione che fanno sentire le gambe pesanti e le caviglie gonfie.

Questi fastidi, che colpiscono spesso le donne, possono essere alleviati seguendo qualche piccolo accorgimento e scegliendo uno stile di vita sano e un’alimentazione equilibrata.

Scopriamo insieme nell’articolo quali cibi mangiare e quali evitare per migliorare la circolazione e affrontare l’estate al sole.

CIRCOLAZIONE SANGUIGNA E LINFATICA

La circolazione sanguigna si divide in:

Circolazione arteriosa, che porta il sangue dal cuore alla periferia,

– Circolazione venosa, che riporta il sangue dalla periferia al cuore.

Nelle gambe il ritorno venoso è più difficile e quando rimaniamo per lungo tempo seduti o in piedi il sangue tende a ristagnare, facendo aumentare la pressione sanguigna nelle vene che si dilatano.

Durante il periodo estivo, a causa delle alte temperature, la vasodilatazione tende ad aumentare e quindi si ha un maggiore ristagno di liquidi e ritenzione idrica.

Può aiutare l’attività fisica: con il movimento, i muscoli si contraggono ed effettuano una sorta di “massaggio” che fa defluire il sangue dal basso verso l’alto.

Accanto al circolo sanguigno, è presente il circolo linfatico, la cui funzione è quella di drenare i fluidi corporei dalla periferia al circolo sanguigno, eliminando così le sostanze di scarto.

INSUFFICIENZA VENO-LINFATICA

Quando il circolo venoso o linfatico o entrambi non funzionano perfettamente, si vengono a creare alterazioni nella circolazione che si manifestano con diversi sintomi tra cui:

-Pesantezza alle gambe

-Gonfiore

-Presenza di vene visibili in rilievo

-Presenza di capillari

Una cosa importante da sottolineare è che questi sintomi non sono solo un problema estetico, ma sono dei segnali del nostro corpo da tenere in considerazione.

COSA FARE PER MIGLIORARE LA NOSTRA CIRCOLAZIONE

  1. Mantenere il giusto peso corporeo
  2. Praticare regolarmente attività fisica; in particolare l’attività fisica con maggiore beneficio è quella di sport come: camminata all’aperto (anche nordic walking), camminata in acqua, nuoto e corsa (senza esagerare se si soffre di cellulite)
  3. Avere un’alimentazione equilibrata

-Assumere una giusta quantità di verdura; un eccesso di verdura infatti peggiora il ristagno di liquidi nelle gambe

-Assumere alimenti contenenti omega-3 proprio per il loro ruolo anti-infiammatorio (frutta secca, pesce, semi di lino e olio di semi di lino)

-Ridurre l’utilizzo di zuccheri semplici

-Ridurre l’utilizzo di latticini, affettati in busta e pesce conservato

-Abbondare di cibi ricchi di vitamina C (ribes nero, peperoni, kiwi, cavoli di Bruxelles, fragole, agrumi) e cibi di colore rosso-viola che contengono antiossidanti (mirtilli, more, melograno)

-Garantire il giusto apporto di potassio (cavoli di Bruxelles, carciofi, cavolfiori, barbabietole, pomodori, banane, melone)

  1. Evitare di esagerare con il sale, ma non eliminarlo totalmente altrimenti si ottiene l’effetto contrario e quindi più ritenzione idrica
  2. Bere circa 1,5-2 litri di acqua al giorno; per capire se stiamo bevendo la giusta quantità bisogna guardare il colore delle urine (non deve essere né torbida né eccessivamente trasparente)

Se vuoi avere maggiori informazioni, contattaci per avere i consigli delle nostre professioniste

Come migliorare la circolazione e avere gambe più leggere con l’alimentazione