Vi proponiamo per questi giorni, un’attività da fare insieme alle vostre famiglie.

Dopo aver letto la storia del Giardino di Paolino provate a creare insieme ai vostri bambini, il vostro giardino con tutto il materiale da riciclo che trovate in casa.
Ricordatevi una cosa molto importante!
Dovete inserire anche le erbacce! Sui fiori e sulle piante potete scrivere le persone e le cose che per voi sono importanti e vi fanno stare bene ed essere felici!
Sulle erbacce invece, le preoccupazioni, le paure e le difficoltà che state vivendo in questi giorni.
Impariamo così a fare entrare nel nostro giardino anche le emozioni poco piacevoli.
L’idea in più? e se questo fosse un grande giardino con le emozioni di tutta la famiglia?
Per costruire il vostro giardino vi basterà un foglio come base o il coperchio di una scatola di cartone. Potete ritagliare le figure che trovate nelle pagine seguenti oppure disegnarne e ritagliarne voi di nuove!

QUI puoi scaricare la storia
QUI invece puoi scaricare il materiale per l’attività

La psicologa dell’infanzia ci spiega che...

Le metafore sono una risorsa che utilizzo molto nella pratica clinica, soprattutto nei casi di terapia dell’accettazione e dell’impegno (ACT).
Mettono il bambino e/o l’adulto di fronte ad una situazione conosciuta, o ancor meglio da lui vissuta, strettamente legata al problema e lo rendono capace di trovare una soluzione allo stesso.
In questo video voglio condividere con voi la metafora del giardino presentata sotto forma di storia, adatta per i bambini e le loro famiglie.
In questi giorni ci siamo resi conto di non poter controllare tutto quello che succede ma possiamo imparare a concentrarci e dedicarci a tutte le piccole cose e le persone che in questo momento ci fanno star bene.

Attraverso l’accettazione dell’erbaccia nel nostro giardino impariamo a fare spazio anche alle emozioni che sono per noi poco piacevoli.

Buon lavoro!

Dott.ssa Gessica Crugliano
Psicologa dell’età evolutiva

Il giardino delle emozioni