COSA SONO  I NEVI E PERCHÉ È IMPORTANTE TENERLI SOTTO CONTROLLO?

“nevo” è il termine dermatologico per indicare quelli che comunemente vengono chiamati “nei”

Si possono classificare in congeniti perciò presenti dalla nascita e acquisiti che compaiono nel corso della vita.

Il controllo periodico dei nevi è importante per la prevenzione precoce dei tumori cutanei.

QUANDO UN NEVO VIENE DEFINITO ATIPICO?

Un nevo viene definito atipico quando manifesta una o più delle seguenti caratteristiche

– una forma irregolare;

– un colore disomogeneo;

– dimensioni più grandi della norma.

Il giudizio di atipia deve comunque essere emesso dal dermatologo ma per i genitori può essere utile conoscere la regola dell’ABCDE per sapere quando è necessario rivolgersi allo specialista.

LA REGOLA DELL’ABCDE

La regola dell’ABCDE è una regola pratica per ricordare le caratteristiche cliniche da valutare su ogni singolo nevo e per individuare le eventuali lesioni atipiche.

In particolare bisogna considerare sempre:

QUALI SONO I SOGGETTI PIÙ A RISCHIO?

I soggetti che devono sottoporsi ai controlli con maggiore regolarità sono:

– i soggetti di fototipo chiaro (capelli biondi, occhi chiari, lentiggini, tendenza all’eritema cutaneo dopo brevi esposizioni solari)

– la familiarità per melanoma;

– la presenza di un nevo congenito

– l’immunosoppressione

I NEVI NEI BAMBINI

Per i bambini è fondamentale il controllo di tutti i nevi congeniti e di tutti gli eventuali nevi acquisiti con caratteristiche atipiche. Non esiste un’età precisa in cui si debba iniziare il controllo dei nevi perché questo dipende da caso a caso. Tutti i bambini dovrebbero comunque essere valutati per la presenza di nevi congeniti al momento della nascita e poco prima della pubertà per l’eventuale asportazione di nevi a rischio

È importante inoltre ricordare che l’aumento del numero dei nevi in età pediatrica (ma non negli adulti!) è fisiologico. I nevi che compaiono alla nascita sono infatti piuttosto rari (1% circa) e, dal momento che ogni individuo adulto ha in media 20-30 nevi, appare ovvio che la comparsa di nuovi nevi durante l’età dello sviluppo sia un fenomeno fisiologico.

COSA SI FA DURANTE UNA VISITA DI CONTROLLO NEVI?

La dottoressa farà un controllo di tutta la superficie del corpo con il dermatoscopio in epiluminescenza con il quale valuterà la forma e la grandezza nonchè il colore dei nevi e, se necessario, consiglierà l’esportazione o suggerirà di tenerne alcuni sotto controllo.

OGNI QUANTO È CONSIGLIATO IL CONTROLLO?

La cadenza consigliata per il controllo dei nevi è semestrale/annuale meglio quando la pelle non è abbronzata, oppure “al bisogno” in caso di comparse di lesioni atipiche.

Sarà poi il dermatologo ad individuare la necessità di eventuali controlli a breve termine

Dr.ssa Laura Marchese, dermatologa