L’HPV (Papilloma Virus) è un virus altamente diffuso tra la popolazione, che si trasmette principalmente per via sessuale. La maggior parte delle persone è portatrice del virus senza saperlo. Esso è responsabile della comparsa del tumore della cervice uterina.

Ad oggi conosciamo circa 100 ceppi diversi di questo virus, ed essi sono stati classificati in due gruppi: quelli ad “alto-medio rischio” e quelli a “basso rischio”. Questi ultimi (basso rischio) sono responsabili della comparsa di verruche/condilomi genitali, mentre i primi (alto-medio rischio) sono correlati in modo stretto con l’insorgenza del tumore della cervice uterina.

In particolare la persistenza di un’infezione da HPV ad alto rischio a livello genitale può determinare in alcuni soggetti la comparsa di displasie (alterazioni cellulari) che possono nel tempo evolvere in tumore.

Visto il ruolo indispensabile di alcuni tipi di virus HPV nello sviluppo del cancro della cervice uterina, è stato creato ed è sempre più promosso un nuovo test, l’HPV-DNA test.

Tale test permette di rilevare la presenza di virus HPV ad alto-medio rischio, ancora prima che le cellule colpite manifestino modificazioni visibili al Pap Test, così da individuare in tempi molto precoci le donne a rischio aumentato di tumore della cervice uterina.

Per effettuare il test si esegue il prelievo di alcune cellule dal collo dell’utero, in modo analogo a quella che è l’esecuzione del Pap Test. Tali cellule, immerse in un liquido, verranno in seguito inviate ed analizzate presso l’ambulatorio.

L’American Cancer Society (ACS) e l’American College Obstetricians & Gynecologist hanno recentemente rivisto le linee guida per lo screening cervicale, includendo, per le donne di età superiore ai 30 anni, la combinazione HPV – DNA TEST più pap test come un’alternativa al solo pap test.

Chi risulta negativo alla combinazione pap test più HPV – DNA TEST, ha una probabilità inferiore all’1% di sviluppare una lesione tumorale o pre-tumorale.

La combinazione del pap test classico con l’HPV – DNA test individua la quasi totalità (98%) delle lesioni precancerose e dei tumori del collo dell’utero.

hpv test