La coppettazione (o cupping) è una tecnica utilizzata tradizionalmente dalla medicina tradizionale cinese ma ormai diffusa sempre più anche in Occidente e apprezzata soprattutto da chi svolge attività sportiva. 

Ma esattamente di cosa si tratta?

La coppettazione prende il nome dallo strumento principale di cui si serve, ovvero delle piccole coppette (che possono essere di vetro, bambù, ceramica o plastica)

L’applicazione ha una durata che va dai 5 ai 20 minuti: le coppette vengono applicate sulle cosiddette zone riflesse del corpo spesso le stesse che si utilizzano in agopuntura. 

Le zone riflesse del nostro corpo sono le zone come le aree della schiena o del piede o del viso ospitano specifici punti che si collegano energicamente a determinati organi interni; così facendo si va ad agire sull’organo interno e sull’apparto che riporta uno stato di disordine generale.

Ci sono due modi per operare: esiste infatti la coppettazione a caldo e la coppettazione a freddo.

Nella coppettazione a caldo vengono scaldate le coppette in modo tale da bruciare l’ossigeno, creare vuoto all’interno e donare così alla coppetta l’effetto aspirante. Il calore è fondamentale in questa tecnica senza il quale non si possono ottenere i benefici sperati. In questo caso si parla di coppettazione a caldo.

Nella coppettazione a freddo si usano campane di vetro con una valvola al loro apice cui si applica un pallone di gomma che aspira l’ossigeno all’interno delle coppette. L’effetto di queste ultime è generalmente più dolce e lento.

La coppettazione può essere anche mobile si cosparge con un po’ d’olio la zona ai lati della colonna, e poi si fa scivolare la coppetta lungo i punti, con qualche decina di passaggi.

Quali sono i benefici?

Questa tecnica è ottima per sbloccare il sistema sanguigno e quello linfatico. Un esempio sul versante della circolazione sanguigna riguarda i casi di amenorrea (mancanza di mestruazioni).

I blocchi a livello linfatico possono manifestare anche infiammazioni come la cellulite, che è a tutti i livelli un ristagno di acqua all’interno dei tessuti che il corpo trattiene. Anche in questi casi la coppettazione è fenomenale.

Molto utile inoltre per alleviare dolori muscolari, rimette in circolo i liquidi nel corpo e aiutare tutti gli organi interni. Ottima anche per alleviare dolori causati dal freddo e dalla mancanza di movimento anche in caso di artrosi

I segni della coppettazione che vediamo spesso comparire sulla pelle degli atleti, scompaiono nel giro di qualche giorno.

Il ciclo prevede una decina di sedute settimanali meglio se eseguite da un medico agopunture, che potrà abbinare il trattamento all’agopuntura e alla moxa, con risultati eccellenti.

Dr.ssa Marianna Andreani,

ginecologa ed esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Coppettazione: benefici e trattamenti.