In Italia la parola agosto significa vacanza.

Molto spesso per chi è a dieta – o meglio, chi ha iniziato un percorso nutrizionale – scegliere la giusta alimentazione in vacanza viene vissuto come un momento critico. Aumentano le occasioni in cui si esce a pranzo o a cena e non sempre è possibile reperire gli alimenti che siamo abituati a consumare nella nostra quotidianità. Ma non per questo le vacanze devono essere associate a preoccupazioni.

È giusto vivere le vacanze e l’alimentazione in vacanza con serenità. Non sono 10 giorni di vacanza in cui si mangia diversamente rispetto al solito a fare la differenza. Quello che fa la differenza nel mantenimento di un peso stabile nel tempo è l’adozione di “buone abitudini alimentari” tutta la vita!

In generale avere regole troppo rigide non sempre dà i suoi frutti, soprattutto se seguite per molto tempo. Negli anni il concetto di dieta è cambiato molto, e oggi possiamo affermare che le scienze della nutrizione spingono più al creare un rapporto sano e duraturo nel tempo con il cibo, piuttosto che approcci di breve durata ma molto selettivi.

Educare il corpo nel tempo ad un approccio alimentare sereno aiuta a saper gestire il cibo anche in vacanza, ed a ritrovare all’equilibrio una volta tornati alla routine.

Ecco alcuni consigli per vivere più serenamente le vacanze:

  1. Via libera al movimento

In vacanza il tempo è dalla nostra parte: non siamo condizionati dai ritmi lavorativi. Sveglie alle 5 del mattino, ore e ore seduti dietro una scrivania e tempo passato in macchina per raggiungere il luogo di lavoro. Ecco che quindi potremmo dedicare del tempo a un po’ di movimento: delle camminate lungo la spiaggia, o magari una nuotata o un giro in bicicletta sul lungo mare. Il movimento sicuramente ci aiuterà a tenere a bada gli eccessi.

  1. Prosegui con le tue abitudini

Se hai a disposizione una cucina tutta tua prepara dei pasti sani, freschi, nutrienti e completi.

  1. Non saltare i pasti

“Questa sera, esco a cena! Menù: pasta col pesce e fritto misto! Oggi a pranzo mangio solo della frutta così mi tengo leggera”. Saltare i pasti non serve a compensare il pasto successivo o a introdurre meno calorie! Anzi, fare un pranzo molto leggero molto spesso ci fa ottenere l’effetto opposto: arriviamo affamati alla cena finendo per “sfogare” le nostre voglie e la nostra fame su un unico pasto. Il risultato: la digestione risulta rallentata e l’apporto calorico più elevato.

Se invece usciamo a pranzo e il pasto risulta essere abbondante, in questo caso possiamo tenere la cena più leggera, magari con una bella insalata. Regolatevi in base al vostro senso di fame.

  1. Come comportarsi a tavola

  • Per evitare di mangiare più del dovuto impara a mangiare lentamente! Quante volte ti è capitato di mangiare in maniera vorace e arrivare alla fine del pasto troppo pieno?
  • Quando esci a pranzo o a cena apri il pasto con una bella porzione di verdure: ti aiuterà a saziarti
  • Ordina una portata alla volta, non ordinare tutto insieme per goloseria!
  • E se a colazione mi trovo di fronte a un buffet ricco di tentazioni? Apri la colazione con una bella bevanda: un the o un caffè. Prendi un frutto fresco o uno yogurt con del muesli. Se hai ancora fame aggiungi una piccola fetta di torta o una brioches. Serviti prendendo uno o due alimenti alla volta, non riempire il piatto e la tavola di tutto quello che vorresti assaggiare!
  1. Via i sensi di colpa!

Non rinunciate a un invito a cena! Le rinunce, nel lungo periodo ci fanno solo aumentare di peso!

Una volta rientrata/o dalle vacanze come mi comporto? Riprendi le tue buone abitudini alimentari senza adottare grosse restrizioni!

Mettiti in contatto con i nostri nutrizionisti per avere un piano alimentare personalizzato che ti aiuti a favorire sane abitudini alimentari

Alimentazione in vacanza: no stress