Quando si parla di “abbassamento di voce”, ci si riferisce ad un disturbo che si caratterizza per l’alterazione del tono, che si fa più basso, e del timbro della voce, che diventa più aspro. Chi ne viene colpito fa fatica a parlare con naturalezza.

Quali sono le cause dell’abbassamento della voce e quali sono i rimedi? Ne parliamo con la dottoressa Valentina Casolispecialista in Otorinolaringoiatria con esperienza lavorativa presso il Reparto di Otorinolaringoiatria dell’A.O. Niguarda Ca’ Granda di Milano, in Istituto Clinico Città Studi ed in servizi ambulatoriali sul territorio.

Da che cosa può essere causato un abbassamento di voce?

Le cause di questo disturbo possono essere di varia natura.

Spesso sono dovute a banali fenomeni infiammatori, come una semplice influenza o una flogosi delle vie aeree superiori, o ancora il reflusso faringo-laringeo, tutte cause che portano ad un’infiammazione diffusa della laringe e delle corde vocali stesse.

Possono però essere presenti anche alterazioni su base funzionale come accade in chi fa uso eccessivo della voce come insegnanti o cantanti.

Altre condizioni possono presentarsi su base organica come neoformazioni benigne o maligne ed edemi cronici, in stretta correlazione a fattori di rischio quali fumo e uso di alcolici.

Bisogna sempre quindi affidarsi ad uno specialista per analizzare il problema e distinguere fra patologie funzionali, organiche oppure legate ad altri tipi di problematiche.

Cosa si deve fare quando si ha un abbassamento di voce?

Spesso si tratta di una condizione transitoria, che si risolve facilmente in pochi giorni.

Nel caso in cui l’abbassamento di voce dovesse durare per più di 15 giorni, senza che siano presenti fenomeni infiammatori concomitanti, ecco che diventa essenziale rivolgersi ad uno specialista.

Come viene effettuata la diagnosi?

L’abbassamento di voce può rappresentare un sintomo che accomuna diverse patologie. Ecco perché risulta necessario effettuare una diagnosi precisa che possa permettere di curare sia la malattia che lo causa.

Nel corso di una visita, lo specialista otorinolaringoiatra può effettuare una fibrolaringoscopia, un esame endoscopico che permette di verificare le condizioni delle prime vie aeree e digestive per controllare la presenza di anomalie e/o di alterazioni della normale motilità laringea.

Quali sono i trattamenti consigliati?

I trattamenti consigliati possono essere diversi a seconda della gravità del disturbo.

Alcune patologie su base funzionali possono essere affidate alla valutazione e al trattamento logopedico; per patologie su base infiammatoria acuta o cronica sarà invece necessaria una terapia medica mentre solo in casi più rari è necessario ricorrere alla chirurgia.

Vorresti avere maggiori informazioni delle nostre specialiste, mettiti subito in contatto con noi per un consulto.

 

 

 

Abbassamento della voce: cause e rimedi