La maca è una pianta erbacea annuale dalle tante proprietà benefiche che cresce in tutto il Sud America, in particolare in Perù e in tutta la zona delle Ande. Nonostante sia una pianta con apparato vegetativo composto da foglie, la parte della pianta più utilizzata è la radice tuberosa. Quest’ultima è un tubero carnoso, simile alla rapa, di forma arrotondata, del diametro di circa 8 cm e lunga fino a 14 cm, di colore variabile dal giallo fino al rosso scuro. La maca cresce anche spontanea ad altitudini comprese tra 3500 e 4500 metri, anche in condizioni molto difficili: venti molto forti, escursione termica elevata dal giorno alla notte, temperature sotto zero, su terreni molto poveri e rocciosi.

Nelle tribù precolombiane del Perù la maca veniva considerata un dono degli dei. Le popolazioni locali infatti  la utilizzavano come un forte ricostituente e afrodisiaco, capace di aumentare il desiderio sessuale e di promuovere la fertilità.

La radice della maca ha molteplici proprietà benefiche per l’organismo, sia per il corpo che per la mentegrazie agli elementi nutritivi che la compongono. La radice della maca, infatti, contiene tutti i più importanti principi nutritivi, essenziali al nostro organismo, che la rendono un alimento completo: carboidrati, proteine, fibre e vitamine.

Grazie a questi costituenti la maca presenta la capacità di migliorare la risposta allo stress, fisico e mentale, alla fatica, e la resistenza agli sforzi massimali. La maca si dice infatti essere una pianta adattogena, ovvero in grado di aumentare la resistenza del corpo aumentando le difese dell’organismo.

La maca è indicata anche come supplemento alimentare nelle attività sportive ad alto consumo energetico, agisce inoltre beneficamente sul sistema nervoso ed è consigliata nella cura dell’anemia per la capacità di elevare il livello di emoglobina.

Perché è indicata nei casi di infertilità? La maca ha una azione equilibrante sul sistema ormonale nel suo insieme (asse ipotalamo-ipofisi, ghiandole surrenali, pancreas) con evidenti ripercussioni positive sulla fertilità sia maschile, che femminile. Nelle donne agisce stimolando l’ovulazione e  l’aumento dello spessore endometriale. Grazie alla maca peruviana viene incrementata la produzione di estrogeni che, a sua volta, stimola la produzione follicolare, aumentando la fertilità. È inoltre indicata nelle donne in tutti i momenti della vita, perché riduce la sindrome pre-mestruale, è utile contro i dolori mestruali (dismenorrea), e regolarizza il ciclo. Negli uomini invece, la maca favorisce un incremento del volume seminale e migliora la motilità spermatica riducendo il grado di ossidazione.

La maca peruviana dimagrire può essere utilizzata anche per aiutare a perdere peso. Questa infatti riesce a soddisfare il senso di sazietà, oltre a svolgere una funzione di inibizione del senso di fame. Inoltre lo iodio contenuto nella maca, stimola la funzione della tiroidee quindi del metabolismo in generale.

La maca delle Ande non ha mostrato particolari controindicazioni o effetti collaterali. Tuttavia si sconsiglia di assumerla senza un consulto specialistico.

 

Dr.ssa Marianna Andreani, ostetricia e ginecologia

 

La maca andina, un aiuto naturale alla fertilità.