La visita endocrinologica ha come obiettivo quello di verificare la presenza di eventuali patologie legate alla disfunzione di una o più ghiandole endocrine come il diabete, problemi legati al malfunzionamento della tiroide, patologie dell’apparato riproduttivo maschile e femminile, l’osteoporosi, …

Prevede un’anamnesi della situazione clinica generale del paziente per poi esaminare le problematiche legate a eventuali disturbi ormonali.

Nel corso della visita endocrinologica il medico si informa sulle disfunzioni cui è soggetto il paziente, procede alle misurazioni di peso e di statura, della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca. Esegue la palpazione manuale della tiroide – unica ghiandola “raggiungibile” dall’esterno – quando si presume che il problema registrato dal paziente riguardi questo organo endocrino. Al termine della visita lo specialista endocrinologo può disporre l’esecuzione di alcuni esami di laboratorio per verificare l’eventuale presenza di valori abnormi ed esami strumentali (ecografia, TAC, RMN)